Switch to English  Vedi il sito in italiano

Mondo dei morti

Il piano inferiore è riservato alle Necropoli, “il mondo dei morti”, con corredi funerari di altissimo pregio provenienti dalle sepolture di Artimino, Prato Rosello – ricostruita anche una tomba a ‘pozzo’ di un giovane che le armi da offesa e il paracuore classificano come Guerriero – dalle tombe di Grumolo, Grumaggio e dalla Necropoli di Comeana, con i Tumuli dei Boschetti e di Montefortini.

  • Necropoli di Prato Rosello - Artimino
  • Numerose le tombe in cui è stato possibile recuperare porzioni di corredi relativi a sepolture prive di gran parte della struttura monumentale. Possibile osservare in questa pagina il famoso incensiere di bucchero proveniente dal tumulo C, un pettorale di bronzo e un vaso biconico provenienti dal tumulo B.

  • Sculture funerarie Arcaiche
  • Il territorio di Artimino ha restituito alcuni pregevoli esempi della produzione scultorea di età arcaica che rientrano nella classe delle cosiddette "pietre fiesolane". E' possibile osservare in questa pagina una stele in arenaria e un cippo funerario.

  • Tomba di Grumaggio
  • Nel 1942 è stata ritrovata occasionalmente nella località di Grumaggio una tomba a ziro che ha restituito reperti di pregio. Possibile osservare in questa pagina un grande cratere a colonnette dipinto a figure rosse con scene del mondo dionisiaco.

  • Sculture funerarie ellenistiche
  • Il ritrovamento di urnette funerarie nella Pieve di San Leonardo testimonia l'esistenza nelle vicinanze di una necropoli ellenistica. Possibile osservare in questa pagina una delle urnette scolpita con la rappresentazione del viaggio verso gli inferi.

  • Necropoli di Comeana
  • L'antica via di Comeana, seguendo la riva destra dell'Ombrone era probabilmente il limite di grandi fattorie, i cui proprietari si presentavano al viandante con i tumulo funerari destinati ad essi e alle loro famiglie è proprio in questa zona che si sono rinvenuti reperti di rara bellezza.
    Possibile osservare in questa pagina una Placchetta d'avorio decorata a incisione, un'Olla cineraria, una piccola scultura di un leone alato, e di una figura femminile in avorio scolpito a tutto tondo, una placchetta rivestita d'avorio scolpito a bassorilievo, una pisside d'avorio, una coppa di vetro turchese.